Intervista Rutger Jansen

Intervista Rutger Jansen

A partire dal 1° gennaio 2019, Rutger Jansen ha assunto la funzione di CEO presso Contiweb. Jansen è arrivato in Contiweb nel 1990, quando l’azienda era ancora nota come Stork Contiweb, e prima dell’acquisizione da parte di Goss International nel 2004 era Direttore Commericale e Service . Dopo l’acquisizione ha ricoperto diversi incarichi ed è stato promosso da Direttore Servizio Clienti a Direttore Service EMEAR. Nella sua ultima funzione di Direttore Commerciale, Jansen era responsabile dello sviluppo delle strategie go-to-market e di vendita, dell’elaborazione di nuove opportunità commerciali e della creazione di una rete di supporto per clienti e partner OEM.

Abbiamo raggiunto e colto l’occasione per intervistare il nuovo CEO, recentemente nominato, che ci ha fornito le sue opinioni su ciò che il 2019 ha in serbo per l’industria grafica, la sua società e gli stampatori.

Lo scorso anno avete celebrato un doppio evento significativo – il vostro 40° anniversario e il completamento della vostra indipendenza. In un’industria che rimane molto competitiva, in che modo Contiweb si differenzia nel modo di fidelizzare i suoi clienti e acquisirne di nuovi?

Lo credo che pensare fuori dagli schemi sia la chiave del successo per qualunque business e credo che noi viviamo seguendo questa filosofia. La nostra eredità quarantennale ci offre una meravigliosa esperienza, ma noi non cadiamo nella trappola di fare ciò che abbiamo sempre fatto. La nostra strategia è quella di fornire agli stampatori soluzioni migliorative, qualunque esse siano, per il business e la produttività che aumentano il rendimento e riducono i costi quotidiani. Non ci intestardiamo sull’aggiornamento di impianti esistenti se ciò non soddisfa le esigenze del mercato. Per esempio, Contiweb è nata come costruttore di svolgitori, tuttavia, con la crescente richiesta di equipaggiamenti ausiliari per la stampa offset a bobina, abbiamo applicato la nostra conoscenza del mercato per espandere il nostro portafoglio prodotti fornendo ai leader del settore della stampa forni negli anni 90, sistemi di raffreddamento e riumidificazione negli anni 2000, unità di finissaggio in linea nel 2011, soluzioni digitali nel 2014 ed il nostro ultimo prodotto, rotative offset a bobina per l’imballaggio, nel 2016.

La linea Thallo Contiweb è stata sviluppata per rispondere alla crescente domanda di piccole tirature e fonde gli intrinseci benefici della tecnologia offset a bobina con le richieste del mercato dell’imballaggio.
Essendo totalmente compatibile con tutti i sistemi flexo e rotocalco, la piattaforma modulare Thallo permette agli stampatori di unire i benefici provenienti da diverse tecnologie in un’unica linea di stampa, secondo le esigenze commerciali.

Il Contiweb Fluid Applicator (CFA) è un altro esempio del pensiero fuori dagli schemi che, unito alla competenza tecnica, ha permesso di sviluppare una risposta all’attuale impennata dei costi del silicone. Progettato come applicatore di silicone e sistema di riumidificazione all-in-one, il CFA riunisce le due funzionalità, permettendo agli stampatori di ridurre in modo significativo i costi per i materiali di consumo e ridurre gli spazi di stoccaggio sia per i sistemi esistenti che per quelli nuovi.

Un’altra offerta che ci distingue dalla concorrenza è il valore aggiunto del nostro Service: con 40 anni di esperienza sul mercato, capiamo bene il linguaggio della stampa. Con l’informazione diagnostica in tempo reale, possiamo offrire ai clienti un’assistenza ottimale grazie al nostro dipartimento di Supporto Tecnico 24 ore su 24. Questo significa, per i nostri clienti, la certezza che i costosi tempi di fermo macchina verranno minimizzati. Infatti, tutti i nostri sistemi vengono forniti, come standard, con una connessione VPN sicura che permette la comunicazione da remoto con la macchina.

Per terminare, con l’utilizzo del nostro Pro-Active Remote Services (PARS), i clienti possono stare tranquilli che qualunque irregolarità verrà identificata e risolta velocemente, riducendo così i tempi di fermo macchina.

Lei prevede particolari sfide o richieste nel corso del prossimo anno?

Per quanto riguarda il mercato dell’imballaggio, pensiamo che i proprietari dei marchi chiederanno imballaggi più ecologici. Il 2018 ha visto straordinarie richieste da parte dei clienti finali ai produttori per la riduzione o l’adozione di soluzioni alternative all’uso della plastica a seguito dell’impennata della presa di coscienza pubblica sull’impatto ambientale. Posso anticipare che faranno il loro ingresso sul mercato nuovi materiali più ecologici, ancora più riciclabili. Pertanto, in linea con questo principio, il nostro obiettivo sarà quello di assicurarci che le nostre soluzioni mantengano produzioni di altissima qualità su questi materiali mantenendo al contempo al minimo le emissioni di carbonio.

Stiamo testando nuove soluzioni sostenibili. Infatti, molti dei nostri forni per rotative offset sono progettati con un controllo dell’inquinamento integrato che continua a stabilire lo standard del settore per la qualità, efficienza e affidabilità. Questo offre significativi vantaggi per i nostri sistemi convenzionali. Per esempio, i nostri forni riutilizzano il calore generato dal bruciatore per mantenere la temperatura. Essi, inoltre, riciclano i vapori di solvente in eccesso come combustibile. Queste caratteristiche hanno permesso di dimezzare il consumo di gas dei nostri forni in rapporto ai sistemi tradizionali, in quanto la quasi totalità dell’energia necessaria per il funzionamento proviene dai solventi dell’inchiostro. Per gli stampatori, questo significa una riduzione del consumo di gas, un risparmio dei costi energetici da sostenere e, al contempo, un’eccellente soluzione ecosostenibile.

Vi sono delle tendenze a cui sta assistendo? Come farete fronte con le vostre soluzioni a queste richieste?

La tendenza delle piccole tirature continua, particolarmente nell’imballaggio flessibile a seguito della richiesta di estensione della linea di prodotto. Questo vede un aumento delle linee di stoccaggio e una grande varietà di forme, dimensioni e design dei prodotti. Ecco dove le soluzioni come Thallo sono utili, perché gli stampatori possono ridurre i costi temporali associati alla modifica delle regolazioni necessarie ad ogni variazione della produzione. Con la stampa offset, entro pochi minuti dalla ricezione del nuovo file immagine, una lastra può essere installata sulla macchina pronta per la stampa, mentre con gli altri processi possono essere necessari ore, giorni o anche settimane. Questo rende questa tecnologia la soluzione ideale per la stampa veloce e sicura ad esempio dei prodotti che necessitano la stampa in più lingue delle indicazioni degli ingredienti, delle istruzioni e la data di scadenza verranno chiaramente stampati nella lingua del paese di destinazione del prodotto.

Un’altra ragione per cui la tecnologia offset Thallo è una grande innovazione per piccoli lavori è la possibilità di produrre differenti densità di colore una a fianco all’altra. Questo è possibile in quanto non vi è un rullo retinato e lo stampatore può aumentare e variare le caratteristiche, la qualità e le quantità di prodotti per le piccole tirature.

Una cosa che penso vedremo è una maggior regolamentazione per le etichette dei prodotti alimentari. Già ora vi è, per le case produttrici, una grande pressione perché vengano chiaramente elencati tutti gli ingredienti sulle etichette di prodotto, non importa quanti essi siano. Questa è la richiesta nata dopo che un teenager ha avuto una reazione allergica fatale dopo aver consumato una baguette, sulla cui etichetta non erano menzionati i semi di sesamo. Per i produttori, questo significa che devono controllare il contenuto delle etichette e assicurarsi che l’inchiostro sia conforme alle rigide norme alimentari. Naturalmente questa è un’area dove possiamo incontrare la domanda in quanto Thallo utilizza inchiostri privi di solventi che corrispondono agli standard internazionali e comprende anche soluzioni di verniciatura a polimerizzazione senza VOCs (Composti Organici Volatili). Questo significa che gli stampatori che utilizzano Thallo possono allargare la propria offerta di prodotti ed entrare nel mercato alimentare, dei beveraggi e farmaceutico.

Infine, visto che siamo nel 2019, lei ha qualche consiglio commerciale per gli stampatori?

Come per qualunque industria, apportare idee innovative, differenziare le offerte commerciali ed identificare le opportunità del mercato sono le condizioni che porranno in buona posizione ogni azienda rispetto alla concorrenza. Per il settore della stampa, con un’ulteriore consolidamento della stampa commerciale, è tempo di rivolgersi all’imballaggio. Il mercato sperimenta una crescita continua, del 2,9% annuo. Questo segmento offre un grande potenziale commerciale per gli stampatori.In particolare il settore dell’imballaggio flessibile, che ha una previsione di crescita annua del 4,3%. I segmenti delle etichette e dell’imballaggio sono in crescita e ci aspettiamo che la stampa offset aumenti la sua quota di mercato grazie alla flessibilità delle piccole tirature.

Noi, dal punto di vista commerciale, continueremo a sviluppare soluzioni innovative che comprendono sistemi digitali e supporto per gli stampatori commerciali. Personalmente, per me questo anno è un anno importante, essendo appena stato nominato CEO. Ringrazio Bert Schoonderbeek per la sua gestione appassionata e il pensiero innovativo che sono stati basilari per determinare fermamente la nostra posizione di leader nei prodotti di essicazione per rotative offset a bobina e spianare la strada verso i mercati del digitale e dell’imballaggio.